Opera d'Arte: Progetto Compagni di strada


Titolo del progetto: “Compagni di strada”, approvato in seno all’Avviso pubblico per la sperimentazione di azioni urgenti di contrasto alle vecchie e nuove povertà ai sensi del  D.D.G. n. 1149 del 03.06.2010

Ente Capofila OPERA d’ARTE in ATS con il Centro di Solidarietà della Compagnia delle Opere Massimiliano Kolbe di Patti (ME)

Finalità del progetto è Sperimentare azioni urgenti di contrasto alle vecchie e nuove povertà

Il progetto potenzia alcuni servizi presenti in tre sedi operative:

1. Orientamento al lavoro (Noto)

L’attività prevede un’azione di orientamento caratterizzata da un percorso dinamico in cui la persona orientata è sostenuta nella scelta, che deve considerare due fattori: il sé, sentimenti e capacità, e i vincoli posti dalla realtà. I contenuti previsti sono:

-          Il mondo del lavoro in aree

-          Il lavoro ideale

-          I propri punti di forza e di debolezza

-          Mappa della situazione lavorativa del territorio

-          Il curriculum e la lettera di accompagnamento

-          Il colloquio di selezione

-          Le tecniche di ricerca attiva del lavoro

-          I rapporti interpersonali e le modalità di comunicazione

-          la gestione del tempo

-          Il lavoro di gruppo

-          Costruzione del proprio percorso di vita professionale

-          Counselling individualizzato per la verifica delle possibilità individuate

L’attività è realizzata con il coinvolgimento di un volontario qualificato ma anche grazie alla collaborazione degli enti pubblici e privati che operano in partenariato.

2. Servizi di accoglienza e mensa (Patti)

Il servizio è per 10 persone grazie al sostegno del Comune di Patti, ma si è ampliato grazie alle convenzioni con altri enti che offrono derrate alimentari, sostegno materiale per i beni (sedie tavoli, letti, materassi, coperte) che spesso si usurano, necessitano di essere sostituiti.

3. Sportello Famiglia (Catania, Patti)

L’obiettivo è creare un luogo nel quartiere che sia punto di riferimento per le famiglie. Nei quartieri trattati esistono grandi disagi e difficoltà economiche e sociali che le famiglie ogni giorno si trovano ad affrontare. Lo Sportello Famiglia ha l’obiettivo di creare un luogo alternativo che favorisca il cambiamento di mentalità della singola persona attraverso un processo educativo complesso. Potranno essere organizzate attività presso il domicilio degli assistiti.

4. Accoglienza minori e giovani in formazione (Catania, Patti, Noto)

L’obiettivo è l’accoglienza dei minori e giovani nella loro umanità offrendo loro un luogo alternativo alla strada, nel quartiere dove vivono, dove poter essere aiutati nel loro lavoro quotidiano, lo studio, e accompagnati nelle attività ricreative. Questo lavoro è svolto in stretto rapporto con le famiglie, in alcuni dei contesti territoriali trattati.

5. Formazione dei volontari, valorizzazione della creatività personale

L’azione della Formazione è “on the job” e corrisponde al metodo di lavoro degli enti coinvolti, per cui ciascuno può essere personalmente seguito, può giudicare l’azione nella quale è coinvolto, può mettere in comune problemi, difficoltà, idee di sviluppo del servizio.

6. Convegno Finale

Sarà realizzato in una delle città coinvolte. I temi del convegno saranno diversi: esplicitazione dei risultati sia delle azioni attuate, sia del coinvolgimento effettivo delle persone, delle famiglie, dei giovani e degli adulti; si metterà a tema anche il trasferimento del modello; e l’effettiva validità. Saranno invitati a partecipare funzionari, personalità che svolgono funzioni pubbliche, testimoni incontrati nel corso del progetto, gli utenti e i volontari per i quali il progetto ha avuto una rilevanza determinante.

Avvio del progetto 7 gennaio 2011 (e finirà dopo 12 mesi)

Cosa stiamo facendo in particolare: tutti i servizi procedono perché rientrano nelle finalità dei nostri, enti, ma nello specifico, dei tutor familiari interloquiscono con utenti e famiglie in grave disagio e procurano loro cibo, farmaci, beni di prima necessità, pagano bollette, affitti, utenze, visite mediche e altre cose che rendono la vita particolarmente dura.

Il progetto si basa in massima parte sul lavoro volontario, sulla rete di solidarietà che caratterizza il non profit.

Il progetto sviluppa reti solidaristiche territoriali e regionali.

© Opera d'Arte | info@centrogiovanile.org | Sitemap | design Webag.it | segnalato da Siciliaorientale.com Cookies Policy